Istruzioni e suggerimenti rapidi

Come: rimuovere la resina epossidica


L'epossidico è un adesivo per incollaggio per impieghi gravosi, utile in molti progetti di riparazione diversi, dal fissaggio di mobili traballanti al rattoppamento di pavimenti incrinati. A seconda di ciò che si sta riparando, è possibile scegliere una varietà liquida o uno stucco composto da due parti che si induriscono quando miscelate. Questi adesivi indurenti chimicamente fanno miracoli per progetti difficili ma possono davvero metterti in una situazione difficile se si trovano nel posto sbagliato. Fortunatamente, mentre la confezione può suggerire che le resine epossidiche si induriranno da 60 secondi a diverse ore, molti prodotti impiegano fino a un giorno per la cura completa, dandoti un sacco di tempo per rimuovere gocciolamenti o perdite indesiderate.

Al fine di evitare di danneggiare ulteriormente la superficie macchiata con resina epossidica, è importante trovare il giusto metodo di rimozione per il tipo di materiale interessato. Questa guida completa abbinerà le superfici alle soluzioni in modo da sapere sempre come rimuovere la resina epossidica in un lampo. Continua a leggere per imparare i trucchi per annullare questa colla apparentemente permanente.

MATERIALI E STRUMENTI Disponibile su Amazon
- Tovaglioli di carta
- Stoffa
- Aceto
- Acetone
- Detergente per mani senza acqua a base di agrumi
- Alcool isopropilico
- Alcool denaturato
- Diluente
- Coltello per stucco o raschietto
- Guanti di pelle
- Pistola termica
- Occhiali di sicurezza
- Respiratore
- Rimozione di adesivi chimici
- Refrigerante spray aerosol
- Pot
- Guanti da cucina in gomma
- Pinza

Come rimuovere la resina epossidica dalla pelle

Indossare guanti monouso è una buona prima linea di difesa quando si lavora su un progetto epossidico, ma possono verificarsi incidenti. Se ricevi della resina epossidica sulla pelle, cerca di rimuoverla immediatamente prima che guarisca. Immergi un tovagliolo di carta o un panno con aceto e strofinalo delicatamente sulla zona interessata fino a quando l'epossidico non si ammorbidisce abbastanza da staccarsi.

Senza fortuna? L'acetone, o solvente per unghie a base di acetone, può anche essere applicato su un tovagliolo di carta e utilizzato allo stesso modo, ma farlo con cura. È altamente infiammabile e dovrebbe essere usato in un'area ben ventilata.

I detergenti per mani senza acqua a base di agrumi, comunemente usati per la rimozione del grasso da parte dei meccanici, possono anche rimuovere l'epossidico dalla pelle in un pizzico (vedi esempio su Amazon). Versane un po 'su un panno e strofina mentre risciacqua sotto l'acqua calda. Dopo aver rimosso la resina epossidica, lavare accuratamente la zona e usare una lozione per le mani per lenire e curare la pelle.


Come rimuovere la resina epossidica dalla plastica o dal vetro

L'epossidico potrebbe fornire una soluzione rapida per la riparazione di pezzi di plastica rotti o la sigillatura di un vetro di una finestra rotto, ma può essere una seccatura rimuovere su superfici così delicate. Immergi semplicemente un tovagliolo di carta in alcool isopropilico (alcool per strofinare) e strofinalo sulla superficie fino a quando la resina epossidica si allenta. Se l'epossidico è ancora testardo, un solvente più forte come l'alcool denaturato (un solvente comunemente usato per alimentare le stufe da campeggio) o un diluente per vernici può anche essere applicato all'area con un panno per indebolire il legame, e uno strumento raschietto può essere utilizzato per leva delicatamente l'epossidico dalla superficie. Una volta rimosso l'epossidico, utilizzare uno straccio pulito e umido per rimuovere eventuali solventi rimanenti dalla superficie.


Come rimuovere la resina epossidica da legno o cemento

La finitura del pavimento con resina epossidica è un uso popolare del prodotto, ma a volte la resina può arrivare in luoghi in cui non dovrebbe andare. Evitare alcool e diluenti, che possono danneggiare o scolorire le finiture del legno. Invece, ricorrere all'acetone per aiutare a rimuovere la resina epossidica su legno o cemento, poiché può immergersi nella superficie porosa per circondare e allentare la resina epossidica, facilitando la rimozione. L'acetone residuo, nel frattempo, evapora per via aerea.

In alternativa, il calore può anche essere usato per sciogliere i residui epossidici duri sul legno, facilitando la raschiatura. (Sebbene, se in precedenza hai usato dell'acetone sul legno, assicurati che sia completamente evaporato prima di utilizzare questo metodo, ricorda che l'acetone è altamente infiammabile.) Indossa i guanti da lavoro in pelle per proteggere le mani e tieni una pistola termica, imposta a circa 200 gradi Fahrenheit, diversi pollici sopra l'area interessata. Spostare l'ugello in piccoli cerchi per riscaldare la resina epossidica senza bruciare il legno. Seguire con un raschietto mentre i gocciolamenti epossidici sono ancora morbidi.


Come rimuovere la resina epossidica da superfici metalliche e dure

Molte delle tecniche di rimozione menzionate in precedenza funzioneranno anche su resina epossidica errante che gocciola su metallo o altre superfici dure e non porose come inceppamenti di porte in metallo o la tua cassetta degli attrezzi preferita.

Il metallo è abbastanza resistente da resistere ai detergenti chimici per adesivi, solitamente venduti nei negozi di ferramenta come spray o liquidi che devono essere applicati con un panno (vedi esempio su Amazon). Indossare guanti per proteggere la pelle quando si utilizzano questi prodotti chimici e seguire attentamente le istruzioni del produttore.

Una bomboletta spray di refrigerante spray congela la resina epossidica dura, rendendola fragile e facile da tagliare con un raschietto. Anche questa è una sostanza chimica pericolosa; indossare gli occhiali protettivi, i guanti e un respiratore per evitare il contatto con i vapori e lavorare solo in un'area ben ventilata.


Come rimuovere la resina epossidica dai tessuti

Se hai trovato una manciata di resina epossidica sui tuoi abiti da lavoro, c'è un modo per rimuovere la resina epossidica senza rovinare il tessuto. L'acetone o i diluenti per vernice possono scolorire o dissolvere i tessuti, mentre metodi abrasivi come la raschiatura potrebbero danneggiare facilmente la delicata trama del materiale. Ciò lascia riscaldare l'epossidico come il modo più semplice per allentarlo e staccarlo: immergere il tessuto in una pentola di acqua bollente per alcuni secondi alla volta, quindi sollevarlo dall'acqua con una pinza per staccare delicatamente l'epossidico. (Dato che farà caldo, ti consigliamo di indossare guanti da cucina in gomma pesante e / o usare utensili da cucina al posto delle dita.)

Tessuti come cotone e lino non saranno danneggiati dall'acqua bollente, ma attenzione a fondere tessuti sintetici o restringere la lana. Per i tessuti che non resistono al calore, prova a strofinare o immergere l'aceto sull'epossidico per allentarlo prima di lavarlo in acqua fredda.


Guarda il video: Come Staccare La Resina Epossidica Da Qualsiasi Materiale Fase 2 3 (Ottobre 2021).